La nuova impennata della pandemia e il conseguente DPCM del Governo ci portano a sospendere
le attività in presenza per almeno un mese.
Siamo molto dispiaciuti per tanti motivi: per la pandemia che non si arresta ancora, per la situazione
di ansia, paura e incertezza, per la situazione economica assai critica, ma anche per il non
riconoscimento di alcune virtuose situazioni che in Italia hanno operato adeguandosi in modo
corretto alle richieste del Governo.
Con noi chiudono i teatri, le sale da concerto e molte altre strutture che si occupano della cura
dell’anima e del corpo, che poi – come dice Riccardo Muti – è la stessa cosa.
Noi andremo avanti continuando a offrire corsi online per poter mantenere continuità nel lavoro e
nell’impegno a tutte le persone che frequentano Ginger.
Non voglio fare polemiche ma credo che dobbiamo veramente provare a immaginare un mondo
diverso se vogliamo continuare ad abitare questo pianeta.
Ginger nel suo piccolo continua il suo lavoro che dal corpo arriva alla mente, all’anima per inventare
nuovi equilibri, consapevolezze e futuro.
Vi aspettiamo online e vi abbraccio tutt* virtualmente.

 

Alberto Jona
Presidente Ginger Company asd