DANZA

.

DANZA CLASSICA

Età: dai 6 anni.
Insegnanti:

Claire Jahier
Lia Bonini
Cecilia Nisa

I corsi sono condotti seguendo i programmi elaborati da Marika Besobrasova dell’Accademia “Princesse Grace” di Montecarlo e dall’Associazione Italiana Insegnanti Danza Accademica di Milano. Il percorso è articolato in modo da rispettare le fasi di crescita ossea e muscolare dei bambini ed è mirato a educare all’immagine del movimento, alla conoscenza dello spazio, al rispetto del ritmo e non da ultimo allo sviluppo di attenzione e concentrazione. Il percorso è suddiviso in quattro cicli: Preparatorio, Elementare, Accademico e Intermedio. I gradi di apprendimento sono convalidati annualmente da una giuria altamente qualificata, attraverso le prove d’esame. Il superamento di questi esami è la fase preliminare per l’eventuale accesso alla carriera professionale nel mondo della danza classica.

DANZA CLASSICA per ADULTI

Insegnante:

Claire Jahier

Il corso è dedicato ad adulti a livello amatoriale, a chi desidera riprendere l’apprendimento fatto in tenera età o sperimentare una passione finora non realizzata.
La Danza per Adulti aiuta a superare i propri limiti fisici dovuti a scorrette posizioni diventate abitudini. Il recupero del tono muscolare e della scioltezza articolare porterà al risveglio del corpo attraverso la danza.
Il programma annuale è articolato in una serie di linee di fondo che prevedono: studio di passi della danza classica, memoria delle sequenze, scioltezza articolare, tonicità, coordinamento.

.

CONTEMPORANEO

Età: dagli 8 anni.
Insegnanti:

Patrizia Panizza
Claudia Serra

Lo studio della danza comincia insieme alla capacità di ricondurre a sistema consapevole la conoscenza del proprio corpo.
I bambini hanno la capacità di imparare giocando e in questa fase al potenziamento della creatività attraverso il gioco, si affianca l’acquisizione di nuove abilità, valorizzando il movimento naturale e la creatività di ogni singolo allievo ed educandolo ad un lavoro di ascolto e di ricerca consapevole.
L’età che va dalla pre-adolescenza in poi, consente di approfondire maggiormente la tecnica e l’improvvisazione.
Questo corso si apre al progetto del danzatore-creatore stimolando gli allievi alla ricerca del proprio movimento e all’ampliamento e perfezionamento del vocabolario tecnico e coreografico.
La didattica è costruita a partire dall’idea di stimolare la sensibilità, la consapevolezza e la graduale acquisizione di competenze: consapevolezza posturale,  muscolare e spaziale; relazione-incontro con i compagni; coordinazione e senso ritmico; gesto e intenzione; espressività corporea e comunicazione della sfera emotiva; sviluppo della creatività personale e stimolo alla costruzione di una dinamica di gruppo collaborativa.

TECNICA CUNNINGHAM

Età: Giovani e adulti.
Insegnante:

Claudia Serra

Attratto dalle potenzialità dinamiche e dalle infinite possibilità di configurazione formale del corpo, Merce Cunningham elaborò una tecnica mirata a renderlo forte e flessibile, verso una Danza non narrativa che trovi nel movimento il proprio significato. Nel centenario della nascita del noto coreografo, Ginger Company ripropone il corso di Tecnica Cunningham, diretto da Claudia Serra.
Gli esercizi e le sequenze sviluppano abilità e plasticità aiutando a ritrovare forza e forma fisica, con l’armonioso accompagnamento della musica.

Faranno parte del programma:

  • esercizi per il potenziamento tecnico ispirati alla tecnica Cunningham
  • esercizi per la coralità del gesto
  • esercizi per la ricerca di energia legata alla musicalità
  • tecnica di movimento e capacità interpretativa
  • tecniche di Teatro-Danza

 

Danzare insieme è un’occasione per incontrare e liberamente comunicare con gli altri in un rapporto non competitivo, attraverso il piacere della danza.

DANZA SENSIBILE®

Età: Giovani e adulti.
Insegnanti:

Patrizia Panizza

Il Movimento Sensibile è un risveglio corporeo che avvicina dolcemente la persona a riscoprire il piacere di portare il proprio corpo.
Si ispira alle pratiche della Danza Sensibile che nasce nel 1990 dall’incontro tra il danzatore Claude Coldy e gli osteopati francesi Marie Guyon e Jean Louis Dupuy. Le sue radici sono nella danza e nell’osteopatia, la si può definire un’osteopatia dinamica. Questa pratica di movimento accompagna le persone ad entrare in uno spazio di ascolto aperto a ricontattare i bisogni del corpo.
Le esperienze pratiche proposte stimolano le sensazioni del corpo in movimento e del respiro rendendo più consapevoli della relazione tra il proprio mondo interno e quello esterno. La dimensione temporale rallentata permette di trovare un movimento funzionale ed organico che rispetta la struttura del corpo e la relazione intima con la terra, lo spazio, gli altri. La danza sensibile fa rivivere a livello motorio le tappe dell’evoluzione umana, tappe importanti per la riorganizzazione olistica del corpo.

LABORATORI DI RICERCA

Età: Giovani e adulti.
Insegnanti:

Claire Jahier

L’atelier si propone di guidare gli allievi attraverso un percorso creativo che vede la danza come espressione artistica e sociale e che porta alla ricerca di un modo personale di danzare.
Attraverso esercizi di riscaldamento, rilassamento, ricerca di equilibrio, gestione del proprio peso e del contatto con il suolo, fluidità, slancio, scambio di energia e contatto con un partner, esploreremo il movimento e il corpo, lo spazio e il ritmo, giocando ad inventare un vocabolario nuovo ed espressivo.
Raggiungere una particolare disposizione fisica, una gestualità naturale ma anche la curiosità, la coscienza dei principi fisici ed emotivi che variano il movimento, diventa una motivazione importante. Ogni gesto, purché compiuto coscientemente, basandosi sulla sperimentazione individuale fa emergere le attitudini e le disposizioni individuali, laddove il piacere di sviluppare una propria libertà e creatività sia fisica che interiore sarà l’obiettivo primario.
Il percorso ha come meta ultima il raggiungimento di una maggiore libertà ed armonia nel manifestare le proprie emozioni grazie ad una corporeità cosciente, espressione di una ritrovata energia.

.

FLAMENCO

Età: giovani e adulti.
Insegnante:

Elisa Diaz

Il Flamenco è un genere di danza e musica nato in Andalusia verso la metà dell’Ottocento. Nasce dalla rielaborazione da parte di alcuni artisti poplari delle diverse influenze culturali (araba, gitana, africana, sudamericana). Presenti nella regione fin dall’antichità, il Flamenco è un genere di musica e danza di origine artistica e non fa parte del folclore andaluso, da cui si distingue fortemente. E’ un genere astratto, non narrativo, in quanto non rappresenta delle storie, ma esprime e interpreta delle emozioni. Nel Flamenco, oltre alla complessa tecnica delle braccia (braceo) e del corpo, il danzatore (bailaor/a) crea delle variazoni ritmiche con i piedi, (escobillas), che sono delle piccole composizioni musicali. Danzare Flamenco è creare musica in “movimiento”.

DANZA ORIENTALE EGIZIANA

Età: Giovani e adulti.
Insegnante:

Silvia Chiarle

La Danza Orientale Egiziana risale al VII secolo d.C. circa, quando gli Arabi conquistano l’Egitto, portando con sé la propria tradizione musicale: nelle diverse aree del paese, si sviluppano varie tipologie di danze folkloriche, legate alle celebrazioni della comunità, come le feste o i matrimoni. È poi nel ‘900 che la Danza Orientale conosce il suo periodo di massimo splendore: all’epoca, il Cairo è una città vivace e frequentata anche da molti europei. Qui, le danzatrici si esibiscono nei cabaret, come il Casino Opera di Badia Masabni, con le compagnie teatrali, come la famosa Reda Troupe, e sono star di numerosi film, in cui danzano e recitano come protagoniste.

La Danza Orientale Egiziana mette in scena, in una forma coreutica e teatralizzata, la fisicità spontanea degli Arabi in risposta alla musica, alternando un’espressività leggera ed elegante ad un carattere estremamente popolare e ricco di gestualità.

.

BALLROOM

Età: Giovani e adulti.
Insegnante:

Simone Amich

La Ginger’s Ballroom è un nuovo progetto che parte dalle atmosfere delle leggendarie piste da ballo della New York più irriverente degli anni ’70 per arrivare alla recente cultura pop dei videoclip musicali.
Un mix di Stili e Culture radicati nella necessità e nella sfida. Una novità per giovani e adulti che vogliono danzare in un clima coinvolgente tra la libertà espressiva e tecniche diventate dei veri e propri trend negli ultimi anni.
Espressività, intenzione, performance, danza, sincronizzazione labiale, modellazione di ogni singolo movimento e soprattutto divertimento.

HIP HOP

Età: bambini, adolescenti e giovani.
Insegnante:

Alice Valzano

L’Hip Hop ha molte radici differenti: il ritmo dei tamburi africani, l’energia del Kung Fu e l’agilità della Capoeira brasiliana. Questa nuova espressione motoria è diventata una branca della Modern/Dance evoluzione della Break Dance emersa dai ghetti di New York. L’Hip Hop si basa sull’improvvisazione dei passi base, pratica che la rende piena di colore e passione, un misto di tecniche (dalla break dance al funky) che cerca di focalizzare l’energia di ognuno e di interpretare l’istinto con la bellezza del gesto. Il corso è suddiviso per fasce d’età omogenee.

.

BABY CONTACT

Età: 24-36 mesi.
Insegnante:

Patrizia Panizza

Ginger organizza corsi per i piccolissimi (24-36 mesi), corsi nei quali i bambini partecipano insieme a un genitore. Questo non tanto per la necessità di una presenza adulta che li aiuti, ma allo lo scopo di offrire un momento esclusivo di gioco madre o padre/bambino. Il gioco a questa età è soprattutto fisico, di contatto  o con un oggetti, che divertendo, aiutino il bambino a sviluppare e organizzare le sue capacità motorie, garantendogli sicurezza e fiducia in se stesso. Il genitore, da cui fino a questa età il piccolo dipendeva per ogni sua necessità primaria, ora può offrire la sua presenza come “oggetto-compagno” del suo gioco di movimento. Il genitore potrà così continuare ad essere vicino al figlio nel doppio ruolo di adulto/educatore e compagno di giochi. L’intero percorso di lezioni si sviluppa poi attraverso un parallelo percorso musicale, grazie al quale i bambini vengono educati alla percezione della qualità del suono e della sua modulazione fino alla memorizzazione di brevi sequenze movimento/musica. Il corso annuale è diviso in tre moduli, ed è preceduto da un incontro preliminare con i genitori.

RITMICA E MOVIMENTO

Età: 3-5 anni.
Insegnante:

Patrizia Panizza

Il movimento riveste per i bambini in età prescolare, un’importanza fondamentale per la crescita psicofisica. Quando la parola scritta non esiste ancora o ha una funzione decisamente marginale, il corpo diventa il principale fattore per l’apprendimento. Un corpo che sente, non soltanto che si muove, ma percepisce a tutto campo attraverso i sensi: ascolta, osserva, tocca, annusa, sperimenta ed esplora. Il bambino a partire dal corpo scopre,  e comunica: in questo modo costruisce la sua personalità. L’arte della danza, la cui materia è il movimento, può diventare un prezioso mezzo per conoscere, esprimere, creare, imparando ad ascoltare ed a condividere.

I bambini saranno coinvolti “a fare insieme” attraverso momenti ritmici e musicali, a scoprire le proprie capacità con l’utilizzo di oggetti di vario tipo stimolando la creatività e connotandola come una piacevole forma di gioco. Il linguaggio utilizzato sarà immerso nell’immaginario infantile. Il percorso può prevedere delle lezioni “aperte”, dove i genitori o i nonni potranno danzare insieme ai bambini.

.

DANZA CLASSICA

Età: dai 6 anni. Insegnanti: Claire Jahier – Lia BoniniCecilia Nisa

I corsi sono condotti seguendo i programmi elaborati da Marika Besobrasova dell’Accademia “Princesse Grace” di Montecarlo e dall’Associazione Italiana Insegnanti Danza Accademica di Milano.
Il percorso è articolato in modo da rispettare le fasi di crescita ossea e muscolare dei bambini ed è mirato a educare all’immagine del movimento, alla conoscenza dello spazio, al rispetto del ritmo e non da ultimo allo sviluppo di attenzione e concentrazione.
Il percorso è suddiviso in quattro cicli: Preparatorio, Elementare, Accademico e Intermedio. I gradi di apprendimento sono convalidati annualmente da una giuria altamente qualificata, attraverso le prove d’esame.
Il superamento di questi esami è la fase preliminare per l’eventuale accesso alla carriera professionale nel mondo della danza classica.

DANZA CLASSICA per ADULTI

Insegnante: Claire Jahier

Il corso è dedicato ad adulti a livello amatoriale, a chi desidera riprendere l’apprendimento fatto in tenera età o sperimentare una passione finora non realizzata.
La Danza per Adulti aiuta a superare i propri limiti fisici dovuti a scorrette posizioni diventate abitudini. Il recupero del tono muscolare e della scioltezza articolare porterà al risveglio del corpo attraverso la danza.
Il programma annuale è articolato in una serie di linee di fondo che prevedono: studio di passi della danza classica, memoria delle sequenze, scioltezza articolare, tonicità, coordinamento.

.

CONTEMPORANEO

Età: dagli 8 anni. Insegnante: Patrizia PanizzaClaudia Serra

Lo studio della danza comincia insieme alla capacità di ricondurre a sistema consapevole la conoscenza del proprio corpo.
I bambini hanno la capacità di imparare giocando e in questa fase al potenziamento della creatività attraverso il gioco, si affianca l’acquisizione di nuove abilità, valorizzando il movimento naturale e la creatività di ogni singolo allievo ed educandolo ad un lavoro di ascolto e di ricerca consapevole.
L’età che va dalla pre-adolescenza in poi, consente di approfondire maggiormente la tecnica e l’improvvisazione.
Questo corso si apre al progetto del danzatore-creatore stimolando gli allievi alla ricerca del proprio movimento e all’ampliamento e perfezionamento del vocabolario tecnico e coreografico.
La didattica è costruita a partire dall’idea di stimolare la sensibilità, la consapevolezza e la graduale acquisizione di competenze: consapevolezza posturale,  muscolare e spaziale; relazione-incontro con i compagni; coordinazione e senso ritmico; gesto e intenzione; espressività corporea e comunicazione della sfera emotiva; sviluppo della creatività personale e stimolo alla costruzione di una dinamica di gruppo collaborativa.

TECNICA CUNNINGHAM

Età: Giovani e adulti. Insegnante: Claudia Serra

Attratto dalle potenzialità dinamiche e dalle infinite possibilità di configurazione formale del corpo, Merce Cunningham elaborò una tecnica mirata a renderlo forte e flessibile, verso una Danza non narrativa che trovi nel movimento il proprio significato. Nel centenario della nascita del noto coreografo, Ginger Company ripropone il corso di Tecnica Cunningham, diretto da Claudia Serra.
Gli esercizi e le sequenze sviluppano abilità e plasticità aiutando a ritrovare forza e forma fisica, con l’armonioso accompagnamento della musica.
Faranno parte del programma:

– esercizi per il potenziamento tecnico ispirati alla tecnica Cunningham
– esercizi per la coralità del gesto
– esercizi per la ricerca di energia legata alla musicalità
– tecnica di movimento e capacità interpretativa
– tecniche di Teatro-Danza
Danzare insieme è un’occasione per incontrare e liberamente comunicare con gli altri in un rapporto non competitivo, attraverso il piacere della danza.

DANZA SENSIBILE®

Età: Giovani e adulti. Insegnanti: Patrizia Panizza

Il Movimento Sensibile è un risveglio corporeo che avvicina dolcemente la persona a riscoprire il piacere di portare il proprio corpo.
Si ispira alle pratiche della Danza Sensibile che nasce nel 1990 dall’incontro tra il danzatore Claude Coldy e gli osteopati francesi Marie Guyon e Jean Louis Dupuy. Le sue radici sono nella danza e nell’osteopatia, la si può definire un’osteopatia dinamica. Questa pratica di movimento accompagna le persone ad entrare in uno spazio di ascolto aperto a ricontattare i bisogni del corpo.
Le esperienze pratiche proposte stimolano le sensazioni del corpo in movimento e del respiro rendendo più consapevoli della relazione tra il proprio mondo interno e quello esterno. La dimensione temporale rallentata permette di trovare un movimento funzionale ed organico che rispetta la struttura del corpo e la relazione intima con la terra, lo spazio, gli altri. La danza sensibile fa rivivere a livello motorio le tappe dell’evoluzione umana, tappe importanti per la riorganizzazione olistica del corpo.

LABORATORI DI RICERCA

Età: Giovani e adulti. Insegnanti: Claire Jahier

L’atelier si propone di guidare gli allievi attraverso un percorso creativo che vede la danza come espressione artistica e sociale e che porta alla ricerca di un modo personale di danzare.
Attraverso esercizi di riscaldamento, rilassamento, ricerca di equilibrio, gestione del proprio peso e del contatto con il suolo, fluidità, slancio, scambio di energia e contatto con un partner, esploreremo il movimento e il corpo, lo spazio e il ritmo, giocando ad inventare un vocabolario nuovo ed espressivo.
Raggiungere una particolare disposizione fisica, una gestualità naturale ma anche la curiosità, la coscienza dei principi fisici ed emotivi che variano il movimento, diventa una motivazione importante. Ogni gesto, purché compiuto coscientemente, basandosi sulla sperimentazione individuale fa emergere le attitudini e le disposizioni individuali, laddove il piacere di sviluppare una propria libertà e creatività sia fisica che interiore sarà l’obiettivo primario.
Il percorso ha come meta ultima il raggiungimento di una maggiore libertà ed armonia nel manifestare le proprie emozioni grazie ad una corporeità cosciente, espressione di una ritrovata energia.

.

FLAMENCO

Età: giovani e adulti. Insegnante: Elisa Diaz

Il Flamenco è un genere di danza e musica nato in Andalusia verso la metà dell’Ottocento. Nasce dalla rielaborazione da parte di alcuni artisti poplari delle diverse influenze culturali (araba, gitana, africana, sudamericana). Presenti nella regione fin dall’antichità, il Flamenco è un genere di musica e danza di origine artistica e non fa parte del folclore andaluso, da cui si distingue fortemente. E’ un genere astratto, non narrativo, in quanto non rappresenta delle storie, ma esprime e interpreta delle emozioni. Nel Flamenco, oltre alla complessa tecnica delle braccia (braceo) e del corpo, il danzatore (bailaor/a) crea delle variazoni ritmiche con i piedi, (escobillas), che sono delle piccole composizioni musicali. Danzare Flamenco è creare musica in “movimiento”.

DANZA ORIENTALE EGIZIANA

Età: Giovani e adulti. Insegnante: Silvia Chiarle

La Danza Orientale Egiziana risale al VII secolo d.C. circa, quando gli Arabi conquistano l’Egitto, portando con sé la propria tradizione musicale: nelle diverse aree del paese, si sviluppano varie tipologie di danze folkloriche, legate alle celebrazioni della comunità, come le feste o i matrimoni. È poi nel ‘900 che la Danza Orientale conosce il suo periodo di massimo splendore: all’epoca, il Cairo è una città vivace e frequentata anche da molti europei. Qui, le danzatrici si esibiscono nei cabaret, come il Casino Opera di Badia Masabni, con le compagnie teatrali, come la famosa Reda Troupe, e sono star di numerosi film, in cui danzano e recitano come protagoniste.

La Danza Orientale Egiziana mette in scena, in una forma coreutica e teatralizzata, la fisicità spontanea degli Arabi in risposta alla musica, alternando un’espressività leggera ed elegante ad un carattere estremamente popolare e ricco di gestualità.

.

BALLROOM

Età: Giovani e adulti. Insegnante: Simone Amich

La Ginger’s Ballroom è un nuovo progetto che parte dalle atmosfere delle leggendarie piste da ballo della New York più irriverente degli anni ’70 per arrivare alla recente cultura pop dei videoclip musicali.
Un mix di Stili e Culture radicati nella necessità e nella sfida. Una novità per giovani e adulti che vogliono danzare in un clima coinvolgente tra la libertà espressiva e tecniche diventate dei veri e propri trend negli ultimi anni.
Espressività, intenzione, performance, danza, sincronizzazione labiale, modellazione di ogni singolo movimento e soprattutto divertimento.

HIP HOP

Età: bambini, adolescenti e giovani. Insegnante: Alice Valzano

L’Hip Hop ha molte radici differenti: il ritmo dei tamburi africani, l’energia del Kung Fu e l’agilità della Capoeira brasiliana. Questa nuova espressione motoria è diventata una branca della Modern/Dance evoluzione della Break Dance emersa dai ghetti di New York. L’Hip Hop si basa sull’improvvisazione dei passi base, pratica che la rende piena di colore e passione, un misto di tecniche (dalla break dance al funky) che cerca di focalizzare l’energia di ognuno e di interpretare l’istinto con la bellezza del gesto. Il corso è suddiviso per fasce d’età omogenee.

.

BABY CONTACT

Età: 24-36 mesi. Insegnante: Patrizia Panizza

Ginger organizza corsi per i piccolissimi (24-36 mesi), corsi nei quali i bambini partecipano insieme a un genitore. Questo non tanto per la necessità di una presenza adulta che li aiuti, ma allo lo scopo di offrire un momento esclusivo di gioco madre o padre/bambino. Il gioco a questa età è soprattutto fisico, di contatto  o con un oggetti, che divertendo, aiutino il bambino a sviluppare e organizzare le sue capacità motorie, garantendogli sicurezza e fiducia in se stesso. Il genitore, da cui fino a questa età il piccolo dipendeva per ogni sua necessità primaria, ora può offrire la sua presenza come “oggetto-compagno” del suo gioco di movimento. Il genitore potrà così continuare ad essere vicino al figlio nel doppio ruolo di adulto/educatore e compagno di giochi. L’intero percorso di lezioni si sviluppa poi attraverso un parallelo percorso musicale, grazie al quale i bambini vengono educati alla percezione della qualità del suono e della sua modulazione fino alla memorizzazione di brevi sequenze movimento/musica. Il corso annuale è diviso in tre moduli, ed è preceduto da un incontro preliminare con i genitori.

RITMICA E MOVIMENTO

Età: 3-5 anni. Insegnante: Patrizia Panizza

Il movimento riveste per i bambini in età prescolare, un’importanza fondamentale per la crescita psicofisica. Quando la parola scritta non esiste ancora o ha una funzione decisamente marginale, il corpo diventa il principale fattore per l’apprendimento. Un corpo che sente, non soltanto che si muove, ma percepisce a tutto campo attraverso i sensi: ascolta, osserva, tocca, annusa, sperimenta ed esplora. Il bambino a partire dal corpo scopre,  e comunica: in questo modo costruisce la sua personalità. L’arte della danza, la cui materia è il movimento, può diventare un prezioso mezzo per conoscere, esprimere, creare, imparando ad ascoltare ed a condividere.

I bambini saranno coinvolti “a fare insieme” attraverso momenti ritmici e musicali, a scoprire le proprie capacità con l’utilizzo di oggetti di vario tipo stimolando la creatività e connotandola come una piacevole forma di gioco. Il linguaggio utilizzato sarà immerso nell’immaginario infantile. Il percorso può prevedere delle lezioni “aperte”, dove i genitori o i nonni potranno danzare insieme ai bambini.

DANZA INDIANA

Età: Giovani e adulti. Insegnante: Antonella Usai

Ciclo di incontri dedicato alle declinazioni di danza indiana dalle danze folk e tribali alla danza classica fino all’universo della danza contemporanea indiana.

La grande fama del cinema di Bollywood e il lavoro di coreografi riconosciuti ormai a livello mondiale come Akram Khan, stanno generando da alcuni anni un crescente interesse verso la danza indiana. Questo successo si deve, da un lato alla ricchissima tradizione di danze classiche, folk e tribali, dall’altro ad un profondo legame con radici filosofiche che tributano alla danza un altissimo valore sia a livello sociale che spirituale. Il ciclo di laboratori e’ pensato per offrire l’opportunita’ di avvicinarsi a questo universo e trarre stimoli  esplorando il vasto e articolato mondo delle danze indiane, spaziando dall’ambito classico (danza bharatanatyam), a quello folk e tribale, fino alle contaminazioni tra oriente e occidente che hanno portato all’evolversi della danza contemporanea di matrice indiana. Si tratta di un patrimonio immenso ancora poco diffuso qui in Italia‚ assolutamente da conoscere per tutti coloro che amano danzare o che cercano stimoli creativi ed espressivi originali. (I seminari sono aperti a chiunque sia interessato al programma anche senza una preparazione specifica.)

Parole chiave: ritmo, movimenti degli occhi, movimenti delle mani, emozioni, rito, danza sacra, spiritualita’.

DANZA INDIANA

Età: giovani e adulti.
Insegnante:
Antonella Usai

Ciclo di incontri dedicato alle declinazioni di danza indiana dalle danze folk e tribali alla danza classica fino all’universo della danza contemporanea indiana.

La grande fama del cinema di Bollywood e il lavoro di coreografi riconosciuti ormai a livello mondiale come Akram Khan, stanno generando da alcuni anni un crescente interesse verso la danza indiana. Questo successo si deve, da un lato alla ricchissima tradizione di danze classiche, folk e tribali, dall’altro ad un profondo legame con radici filosofiche che tributano alla danza un altissimo valore sia a livello sociale che spirituale. Il ciclo di laboratori e’ pensato per offrire l’opportunita’ di avvicinarsi a questo universo e trarre stimoli  esplorando il vasto e articolato mondo delle danze indiane, spaziando dall’ambito classico (danza bharatanatyam), a quello folk e tribale, fino alle contaminazioni tra oriente e occidente che hanno portato all’evolversi della danza contemporanea di matrice indiana. Si tratta di un patrimonio immenso ancora poco diffuso qui in Italia‚ assolutamente da conoscere per tutti coloro che amano danzare o che cercano stimoli creativi ed espressivi originali. (I seminari sono aperti a chiunque sia interessato al programma anche senza una preparazione specifica.)

Parole chiave: ritmo, movimenti degli occhi, movimenti delle mani, emozioni, rito, danza sacra, spiritualita’.

Periodicamente si organizzano seminari con artisti e insegnanti internazionali. Per info contattaci.