< A.S.D. Ginger Company - Corsi: Danza Seminari
Seminari

TECNICA CUNNINGHAM
ETA' adulti
INSEGNANTE Claudia Serra

Grande maestro della danza contemporanea del ‘900, Merce Cunningham ha collaborato con famosi artisti quali Andy Warhol, Roberth Rauschenberg, John Cage. Particolarmente attratto dalle potenzialità dinamiche della danza e delle infinite possibilità di configurazioni formali del corpo, M. Cunningham elabora un metodo per renderlo forte e flessibile pronto ad una danza non narrativa o emozionale, ma che trova nel  movimento stesso il proprio significato: passi e sequenze di estrema bellezza geometrica, accelerazioni e ralenties, allungamenti muscolari e grande dinamica. Gli elementi che compongono una classe di tecnica Cunningham  sono dunque particolarmente adatti alle richieste di un pubblico adulto e amatoriale: memoria della sequenza, scioltezza articolare, tonicità, coordinamento e relazione dinamica con lo spazio, fino al piacere di danzare e danzare insieme.

TEATRO DANZA
 
   
ETA' adulti
INSEGNANTE Claudia Serra

Il Teatro Danza è un fenomeno che andato a sviluppandosi in Germania intorno agli anni ’60 sull’eredità artistica della danza libera e ha visto il suo esponente più famoso in Pina Bausch. Il termine composto da Danza e Teatro esprime il tentativo di fondere un’espressività più profonda, Teatro, legata anche ai ritmi e ai gesti della quotidianità, unendola al gesto puro della Danza Libera, non più narrativa ma evocativa ,svincolata anche dalla traccia musicale.
Il gesto "vero e giusto" canta dunque le emozioni e caratterizza la ricerca che sta alla base di questo metodo di lavoro. Il training utilizzato si basa perciò sulla ricerca della consapevolezza del proprio corpo in movimento, attraverso l'approccio alle varie tecniche di danza, per formare un vocabolario tanto più completo e in grado di "raccontare". Il passo successivo è la pratica dell'improvvisazione individuale e collettiva che porta alla realizzazione in movimento di testi, parole, visioni o partiture musicali. La pratica di due ore consecutive facilita il lavoro di gruppo.

DANZA EDUCATIVA


Seminario introduttivo diretto da Claudia Serra

TEMA "Struttura di una lezione".
Destinatari
Il percorso di formazione è rivolto agli insegnanti di danza che operano nella scuola Materna e dell’obbligo, agli operatori dei Servizi Educativi (pubblici e privati) per la Prima Infanzia e a chi a vario titolo è interessato alla materia.
Premessa e obiettivi
La Danza proposta nella Scuola riesce a conciliare lo sviluppo motorio con quello espressivo e comunicativo, in quanto coinvolge l’intera persona nell’atto simultaneo di muoversi, pensare e sentire. Risponde alle modalità cognitive infantili, caratterizzate da una forte dominanza sensoriale e motoria, e ne favorisce l’evoluzione in forme di linguaggio più complesse che facilitano l’espressione personale, ma anche la relazione interpersonale. L’importanza della dimensione corporea nella relazione sarà il tema del Corso, che prevederà una formazione centrata sugli aspetti cognitivi/affettivi/relazionali implicati nel linguaggio corporeo, consentendo a Educatori e Insegnanti momenti di riflessione e approfondimento, favoriti dalla sperimentazione in prima persona. Danzando il bambino impara a conoscere il proprio corpo e a usarlo come mezzo di comunicazione con gli altri, scopre che la qualità del proprio movimento varia a seconda delle emozioni provate ed strettamente collegata allo spazio usato, alla musica, al ritmo e, non ultimo, alle persone che lo circondano. Per ogni Educatore la consapevolezza delle proprie modalità non verbali di comunicazione è fondamentale, in quanto sono proprio quelle ad essere colte in modo immediato e intuitivo dai bambini, che a loro volta comunicano attraverso comportamenti spaziali, tonici, posturali e vocali. La partecipazione attiva al training, superate le resistenze soprattutto di origine culturale, aiuterà gli adulti a recuperare il piacere del gioco corporeo a titolo personale e a livello educativo.
Per noi (Danza - Educatori)
Il percorso formativo prevede: - una parte pratica, agita in palestra o spazio equivalente, in cui verranno approfonditi aspetti relativi allo schema corporeo, al ritmo, alla sensibilità al suono, alla percezione dello spazio e alle coordinazioni primarie
- una parte teorica, che fungerà da corollario alle lezioni pratiche attraverso discussioni e riflessioni sui temi: - la relazione bambino/insegnante - la potenzialità del linguaggio corporeo e i suoi effetti sulla dimensione cognitiva e affettiva - organizzazione del programma e della lezione.
Per loro (Bambini)
Esercizi dedicati alla scoperta di nuove abilità corporee - stimoli creativi: la visualizzazione - scelte musicali e oggetti di supporto alla lezione.